C’è una scuola grande come il mondo

C’è una scuola grande come il mondo.
Ci insegnano maestri e professori,
avvocati, muratori,
televisori, giornali,
cartelli stradali,
il sole, i temporali, le stelle.
Ci sono lezioni facili
e lezioni difficili,
brutte, belle e così così…
Si impara a parlare, a giocare,
a dormire, a svegliarsi,
a voler bene e perfino
ad arrabbiarsi.
Ci sono esami tutti i momenti,
ma non ci sono ripetenti:
nessuno puo’ fermarsi a dieci anni,
a quindici, a venti,
e riposare un pochino.
Di imparare non si finisce mai,
e quel che non si sa
è sempre più importante
di quel che si sa già.
Questa scuola è il mondo intero
quanto è grosso:
apri gli occhi e anche tu sarai promosso!”

Lo scriveva Gianni Rodari di cui questo 2020 ricorre il centenario dalla nascita. Ma quale scuola ci lascia questo maestro, intellettuale e poeta?

Cerchiamo di ricordarlo con uno spazio Web che Indire, nella migliore tradizione rodariana, ha voluto curare insieme ad un gruppo di studenti. O meglio che un gruppo di studenti ha voluto curare con Indire.

Ecco cosa nasce da  una sinergia con ITT G. Chilesotti di Thiene (Vicenza), laddove la scoperta di Rodari diviene l’occasione per attivare un laboratorio didattico di storia, letteratura ed informatica.  

Rodari – Racconti ad alta voce >>